Le 10 domande più frequenti sui sistemi di raffreddamento e riscaldamento

Per quanto riguarda il controllo della temperatura ambiente, le esigenze sono tanto varie e individuali quanto le possibilità. È un dato di fatto che il giusto sistema di riscaldamento e di raffreddamento degli ambienti garantisce una migliore qualità di vita e un comfort ottimale per tutto l’anno. Ma quali sono innanzitutto i sistemi di raffreddamento e riscaldamento? Quali sono quelli più ecologici? Quali invece quelli più economici? Abbiamo risposto per voi alle domande più frequenti su questo tema.
1. Quali sistemi di riscaldamento esistono?
Per riscaldare gli spazi abitativi sono disponibili numerosi sistemi di riscaldamento, ognuno dei quali utilizza diverse fonti di energia. Oltre ai classici sistemi di riscaldamento a olio combustibile e a gas o alle stufe a legna e a carbone, si ricorre sempre più spesso a sistemi più avanzati. Tra questi vi sono in particolare le pompe di calore, gli impianti solari termici, i sistemi di riscaldamento a pellet o i sistemi di riscaldamento che generano energia (cogenerazione di calore ed energia).

2. Qual è il sistema di riscaldamento più adatto per me?
Il gasolio necessita di un serbatoio, il gas di un tubo, il legno invece ha bisogno di sufficiente spazio di stoccaggio, l’energia solare deve avere abbastanza sole per funzionare, la pompa di calore, a seconda del modello, necessita di molto spazio: tutti i sistemi di riscaldamento richiedono condizioni strutturali o infrastrutturali diverse. Un determinato sistema non è adatto a ogni ambito di applicazione e ognuno di essi ha sia vantaggi che svantaggi. È possibile escluderne alcuni fin da subito. Naturalmente, anche i gusti personali e le esigenze svolgono un ruolo importante. Innerhofer sarà lieto di supportarvi con competenza per aiutarvi a scegliere l’impianto di riscaldamento che fa al caso vostro.

3. Quando è il momento giusto per sostituire l’impianto di riscaldamento?
L’utilità di modernizzare il vostro impianto di riscaldamento è determinata principalmente dall’età dell’impianto. Gli impianti di riscaldamento moderni sono notevolmente più efficienti dal punto di vista energetico. A seconda dell’impianto di riscaldamento e della fonte di energia, è utile fare un investimento in media ogni 10-15 anni. Tuttavia, vi consigliamo ogni volta di farvi consigliare da un esperto.
Un altro motivo per investire in un nuovo sistema di riscaldamento è il desiderio di avere più comfort. Ad esempio, i moderni sistemi di riscaldamento possono regolare automaticamente il calore in funzione della temperatura esterna ed essere controllati da qualsiasi luogo con uno smartphone.

4. Che cosa sono gli impianti di riscaldamento del futuro?
Invece dei combustibili fossili, i sistemi di riscaldamento del futuro devono essere basati su fonti di energia rinnovabile. Che si tratti di riscaldatori elettrici, pompe di calore o impianti solari termici, esistono molti metodi che in futuro si presteranno particolarmente bene alle esigenze di riscaldamento. Una soluzione ideale è la combinazione di più sistemi. Tali sistemi di riscaldamento ibridi combinano i vantaggi di diversi sistemi di riscaldamento offrendo una soluzione ecologica e a basso costo.

5. A cosa si deve prestare attenzione nei radiatori?
I radiatori assicurano che il calore generato nell’impianto di riscaldamento venga trasportato nelle stanze. Essi si distinguono a seconda del tipo di trasferimento del calore: alcuni radiatori emettono una percentuale maggiore di calore per convezione, altri invece più calore radiante. Quest’ultimo è percepito dal nostro corpo come molto piacevole, poiché, analogamente alla radiazione solare, si diffonde per radiazione nella gamma degli infrarossi e senza turbolenze d’aria.
I nuovi radiatori sono in grado di soddisfare le esigenze in termini di design e non sono più percepiti come fattori ottici che disturbano il lato estetico. La gamma si estende dalle moderne stufe ai tubi piatti che possono essere utilizzati come eleganti divisori per ambienti. Un sistema di riscaldamento a pannelli è addirittura completamente invisibile. Basti pensare ad esempio al riscaldamento a pavimento o ai pannelli a infrarossi sulle pareti o sugli oggetti.

6. Quali sono i possibili sistemi di raffreddamento?
Per un corretto raffreddamento dell’ambiente, un impianto di climatizzazione o un condizionatore d’aria è una buona scelta. I condizionatori d’aria sono uno dei modi più popolari per installare un impianto di climatizzazione a posteriori. I condizionatori mobili possono essere trasportati in diversi locali, ma sono meno potenti e consumano più energia degli impianti fissi. Gli impianti di climatizzazione sono in grado di ridurre la temperatura ambiente nel modo più efficace e rapido possibile.

7. Quali tipi di impianti di climatizzazione esistono?
In un impianto di climatizzazione centrale, il raffreddamento dell’ambiente è assicurato da un’unica unità di espulsione e immissione dell’aria, che può essere collocata anche nel seminterrato. Un’unità di climatizzazione completa di questo tipo è considerata una soluzione ad alta efficienza energetica, ma il retrofit in un edificio esistente è molto costoso. In tal caso si prestano particolarmente i condizionatori d’aria a due sezioni. Questi sono composti da due parti: un’unità interna e una esterna all’aperto, attraverso la quale viene scaricata l’aria.

8. Qual è il sistema di raffreddamento più adatto per me?
Quale dispositivo sia più adatto a voi dipende dalla posizione di utilizzo e, in ultima analisi, dal vostro budget. I condizionatori mobili monoblocco sono un po’ più economici e sono ideali per l’uso in ambienti di piccole dimensioni. Nel caso dei condizionatori a due sezioni installati in modo permanente, oltre al prezzo d’acquisto più elevato, bisogna anche fare i conti con costi d’installazione maggiori. Tuttavia, la dissipazione del calore funziona molto meglio in questi impianti, il che si riflette in una maggiore efficienza e in costi di elettricità più bassi.

9. Quali sono i sistemi di riscaldamento e di raffreddamento più economici?
L’acquisto di sistemi di riscaldamento che utilizzano fonti di energia rinnovabili comporta costi di investimento significativamente più elevati rispetto ai sistemi di riscaldamento che utilizzano combustibili fossili. A lungo termine, tuttavia, si beneficia di costi più bassi per l’energia e di un funzionamento ecologico del riscaldamento, poiché i combustibili fossili come il gasolio e il gas diventano più costosi. Nei sistemi di raffreddamento, i sistemi di climatizzazione centralizzata dell’edificio sono i più economici. Negli edifici esistenti, invece, gli impianti di condizionamento a due sezioni sono i più economici nel lungo termine.

10. Esiste un impianto combinato di riscaldamento e raffreddamento?
Raffreddare e riscaldare con lo stesso impianto? È possibile. Un sistema di riscaldamento a pannelli non solo è in grado di diffondere calore nella stanza, ma anche di sottrarlo. Quanto meno se è collegato a una pompa di calore. L’acqua fredda può scorrere attraverso i tubi del sistema di riscaldamento a pavimento per raffreddare la stanza. Tuttavia, questo raffreddamento raggiunge i suoi limiti a carichi termici molto elevati. È anche possibile riscaldare con un condizionatore d’aria. I condizionatori a due sezioni vengono spesso impiegati nei giardini invernali o nei periodi di transizione, quando il riscaldamento centralizzato non è ancora in funzione.

Noi di Innerhofer saremo lieti di offrirvi una consulenza competente sul riscaldamento e il raffreddamento della vostra soluzione abitativa, per permettervi di creare un clima ambiente piacevole nella vostra casa. Visitate i nostri showrooms o contattateci qui.
Le 10 domande più frequenti sui sistemi di raffreddamento e riscaldamento
Le 10 domande più frequenti sui sistemi di raffreddamento e riscaldamentoLe 10 domande più frequenti sui sistemi di raffreddamento e riscaldamentoLe 10 domande più frequenti sui sistemi di raffreddamento e riscaldamento
 
HOTEL 2021
#TeamInnerhofer @
Fiera Hotel 2021 Highlights