Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 

Questo non era PER NIENTE un lavoraccio!

Siamo orgogliosi della somma raccolta ieri in occasione della Giornata Mondiale del WC! Per ogni WC venduto il 19/11/2019 abbiamo promesso di donare 10,00 Euro. Alla fine della giornata abbiamo contato 1.000,00 Euro che inoltriamo con gioia alla OEW - Organizzazione per Un mondo solidale.

Come sapete già, questa somma va ad un progetto curato dalla OEW - Organizzazione per Un mondo solidale - in Marocco. Ad Fqih Bensalah sono state allestite due scuole, una farmacia ed una stazione di pronto soccorso. Proprio all'ultima mancavano ancora i bagni - ai quali contribuiamo con questa donazione!

Ringraziamo tutti coloro che ieri hanno comprato un WC - in tal modo anche voi avete partecipato alla realizzazione di questo progetto!


********************************************
19 novembre 2019
Un lavoraccio!

Ci sono cose nella vita che non si possono minimizzare. Per questo, parlando con rispetto, ho un lavoraccio. Non mi credete? Allora permettetemi di presentarmi: il mio nome è WC, water o vaso o il “posticino tranquillo” – anche se non è sempre il termine proprio adatto.

Il mio è un lavoro a tempo pieno. Di giorno e di notte – devo essere pronto ad ogni ora. E sono un esempio d‘eccellenza per la parità del genere, ognuno può venire da me. Che sia uomo o donna, giovane o anziano, Europeo, Asiatico, Africano – tratto tutti i miei ospiti come un re e si possono accomodare sul trono! Ammetto che ho molta simpatia per i piccini, i principianti che si avvicinano con molto rispetto. Impagabili i salti di gioia dei genitori quando i piccoli sono riusciti a fare il loro bisognino per la prima volta con successo.
Spesso sento la domanda: Chi è più pulito nell’utilizzo del water: uomini o donne? Sinceramente - anche qui c’é la giustizia compensante. Dalle donne conta l’effetto a domino: Se l’utente A mi sporca, allora B, C e D non possono che peggiorare la situazione. E gli uomini? A parte la minoranza che si siede per fare il proprio bisognino, la maggioranza lo fa in piedi – con la probabilità maggiore di mancare il bersaglio. Ma questo fa parte del mio rischio professionale. A proposito di rischio: da un punto di vista strettamente statistico ogni essere umano passa tre anni della propria vita sul vaso. Ed il rischio di farsi male lì è del 1:10.000 – una probabilità nettamente più alta che essere attaccati da un pesce cane nelle vacanze. Questi sono dei fatti che non fanno parte di un bagaglio di cultura generale, ma li volevo solo menzionare.
Promuovo anche gli scambi di contatti sociali – l’80% della popolazione Tedesca utilizza il cellulare seduto sul WC. Un effetto secondario positivo: Sono sempre al corrente su tutti i pettegolezzi – sono una nicchia dell’informazione importante!

Un applauso alla Riunione Generale delle Nazioni Unite che il 24 luglio 2013 dietro proposta del Singapore ha eletto all’unisono la “Giornata Nazionale del WC”! Perchè? Loro hanno riconosciuto l’importanza della mia esistenza ed hanno messo sotto sanziona chi sporca i bagni pubblici. Per loro il WC è cosa ovvia, ma ci sono anche dei paesi in via di sviluppo che non mi conoscono nemmeno. Ciò dovrebbe cambiare. Naturalmente non posso cambiare il mondo da solo – ma lo posso migliorare. Ed insieme è più facile. Con Innerhofer! Per ogni WC che vendiamo oggi nella giornata mondiale del water, diamo in beneficienza 10,00 Euro al progetto “Pronto Soccorso in Marocco”. Così posso esclamare con orgoglio: Il mio non è un lavoraccio.
In collaborazione con OEW

Fqih Bensalah è un paesino rurale situato al centro del Marocco. Alcune famiglie si sono messe insieme per migliorare la struttura della loro zona. Con l’appoggio delle famiglie stesse, delle associazioni locali e della Ripartizione Presidenza e Relazioni estere della Provincia di Bolzano sono stati costruiti dei bagni in due scuole e delle fontane.

È stata allestita inoltre una stazione di Pronto Soccorso con farmacia per l’assistenza sanitaria di base. Un’infermiera assiste i pazienti, dà degli antidolorifici a chi ne ha bisogno e provvede alla vaccinazione. In questa stazione di Pronto Soccorso fin’ora non c’é ancora un bagno per i pazienti.

Coordinate bancarie: IT 93 H060 4558 2200 0000 5004 219
Questo non era PER NIENTE un lavoraccio!
Questo non era PER NIENTE un lavoraccio!Questo non era PER NIENTE un lavoraccio!Questo non era PER NIENTE un lavoraccio!