Schloss Hotel Korb

Già la semplice osservazione di castelli e fortezze ci fa sognare. Di romanticismo, cavalieri coraggiosi, regni contesi e viaggiatori avventurosi. Miti e leggende danno un'idea di quanto passionale doveva essere la vita a quel tempo.
Già la semplice osservazione di castelli e fortezze ci fa sognare. Di romanticismo, cavalieri coraggiosi, regni contesi e viaggiatori avventurosi. Miti e leggende danno un'idea di quanto passionale doveva essere la vita a quel tempo.


Anche in Alto Adige, numerosi castelli e fortezze ci ricordano questi tempi passati. Uno di questi testimoni contemporanei è il Castel Corba- oggi Schlosshotel Korb che padroneggia in alto sopra Appiano. Fu costruito nel lontano 1236 (prima citazione storica) dal Signore von Korb. Dal 14° secolo fu feudo nelle mani di varie famiglie nobili tirolesi, finchè nell’anno 1939 fu acquistato da Johann Putzer von Reibegg che ha indotto una conversione romanzata del castello.

Da più di cento anni, il Castel Korb è di proprietà della famiglia Dellago e nel frattempo è diventato un hotel splendido e molto particolare.

L'unicità dell'hotel appare evidente non appena si attraversa il grande cancello in ferro battuto. Un sentiero sinuoso conduce su per la collina direttamente al castello. Le viti si estendono a perdita d'occhio e un profumo di rose aleggia nell'aria. Ci si sente immediatamente accolti in queste vecchie mura. Deve essere l'atmosfera speciale o la storia secolare che si sente in ogni angolo. O forse è anche merito dei cosiddetti “spiriti buoni del castello”, i 32 collaboratori che accolgono ogni ospite con grande affetto.

Anche le camere sono dei pezzi unici, nessuna uguale all’altra. Ogni camera racconta la sua storia ed ha un tema proprio che si rispecchia nell’arredamento.
Le suites del castello e le suites delle torri mantengono quanto promesso dai loro nomi: abitare come i principi. Splendore reale, mobili magnifici, ornati ed elaborati fino al più piccolo dettaglio. Si può immediatamente immaginare come gli imperatori e i re alloggiavano a quei tempi. E ci si sente come un principe o una principessa. I mobili stessi sono un misto di pezzi d'antiquariato originali e acquistati - principalmente dal Dorotheum.

Chi ama respirare l’aria tradizionale locale, può alloggiare nella suite Alto Adige. Questa suite è dotata dei tipici rivestimenti tirolesi in legno di pino cembro.

Le complessive 49 camere sono dei pezzi unici da scoprire una per una.
Un'altra grande passione del signore del castello, Fritz Dellago, è il suo vigneto che si estende su poco meno di cinque ettari e porta diversi vitigni: Pinot bianco, Chardonnay, Sauvignon, Gewürztraminer, Ruländer, Riesling, Vernatsch, Zweigelt, Pinot Nero, Lagrein, Merlot, Cabernet Sauvignon e Petit Manseng. Il "Weißburgunder Dellago", prodotto dalla Cantina Bolzano, è già stato premiato più volte con tre bicchieri. Anche lo stoccaggio dei vini nel proprio bunker è unico. L'edificio imponente, una reliquia della seconda guerra mondiale, è stato ristrutturato e ora ha una ragione d'essere significativa: Non è solo un bunker del vino, ma offre anche un ambiente molto speciale per degustazioni di vino, letture, vernissage e concerti. Dal bunker, un sentiero conduce al tunnel - anch'esso un residuo della seconda guerra mondiale. La sua esistenza viene ora messa a frutto fornendo allo spumante Zweigelt Rosè lo spazio ideale per maturare.

Lo Schloss Hotel Korb è uno di quei luoghi che ispirano e di cui si vorrebbe raccontare per ore. Un posto che bisogna aver visitato almeno una volta nella vita.

Il #teaminnerhofer è molto orgoglioso di essere riuscito a sottolineare l'unicità di questo piccolo gioiello con i propri prodotti e ringraziamo la famiglia Dellago per la fiducia concessaci.
Schloss Hotel Korb
Schloss Hotel KorbSchloss Hotel KorbSchloss Hotel Korb